Codice disciplinare e di comportamento

CODICE DISCIPLINARE E DI COMPORTAMENTO

Il Dirigente Scolastico

  • VISTO l’art. 55 del d. lgs. n° 165/2001 contenente nome generali sull’ordinamento del lavoro
    alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
  • VISTO l’art. 88 e l’art. 92 del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto scuola, in
    special modo il comma 10;
  • VISTO il d. lgs. n° 297/1994 - testo unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione;
  • VISTO l’art 7 commi 1,5 e 8 della legge 20 maggio 1970, n. 300 - norme sulla tutela della libertà
    e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell'attività sindacale nel luoghi di lavoro
    e norme sul collocamento;
  • VISTO il decreto della presidenza del consiglio dei ministri 28 novembre 2000 relativo al codice
    di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni;
  • VISTA la Circolare del M.P.I. n° 72 Prot. N. 1260/DIP/Segr. del 19 dicembre 2006 avente ad
    oggetto: Procedimenti e sanzioni disciplinari nel comparto scuola. Linee di indirizzo generali;
    VISTO il D.Lgs n150 del 27 ottobre 2009 con le modifiche normative apportate (Titolo IV- Capo
    V)     

pubblica i seguenti documenti

  • il codice disciplinare, recante l’indicazione delle infrazioni e relative sanzioni – dall’art. 492 all’ art. 508 del Dlgs. 16.4.1994, n. 297
  • · artt. 91-92-93-94 del C.C.N.L. 06-09 e l’allegato 2 denominato “Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni”
  • · sanzioni disciplinari e le responsabilità dei dipendenti pubblici – dall’art. 67 all’art. 73 del Dlgs n. 150/2009, noto come decreto Brunetta, che innova le norme generali del rapporto di lavoro dei dipendenti della pubblica amministrazione (d.Lgvo n. 165/01), con particolare riferimento alla normativa sulle procedure e le sanzioni disciplinari

 

Allegati:
Scarica questo file (Codice_disciplinare.pdf)Codice_disciplinare.pdf[ ]285 kB